PINTACUDA: PADRE SORGE - UN BLUFF L'ATTACCO A ORLANDO
PINTACUDA: PADRE SORGE - UN BLUFF L'ATTACCO A ORLANDO

Palermo, 7 apr. (Adnkronos) - ''Pintacuda continua a bluffare: ha sparato sul sindaco di Palermo dopo aver concordato con lui i modi e i tempi di questa fucilata''. Padre Bartolomeo Sorge, fino a pochi mesi fa diretto superiore dell'ideologo della Rete, non crede alla sincerita' dell'attacco di padre Ennio Pintacuda al suo ''pupillo'' Leoluca Orlando e al movimento politico di cui e' il leader. ''Non esiste nessuna divergenza tra Orlando e Pintacuda -ha dichiarato all'Adnkronos- sono talmente identificati sul piano ideologico, che non e' pensabile che uno dica una cosa contro l'altro a sua insaputa. Non e' mai successo che uno dei due facesse una sparata senza averla precedentemente concordata con l'altro''.

L'ex direttore di ''Civilta' Cattolica'' non ritiene affatto credibile l'analisi politica di Pintacuda per il quale la funzione della Rete si e' esaurita per l'avvio del processo di costituzione di un grande partito democratico opposto allo schieramento di destra. ''La Rete non ha perso le elezioni -sostiene Bartolomeo Sorge- ha solo fallito il tentativo di diventare forza politica nazionale. Il voto del 27 marzo ha confermato che essa e' solo una lista civica, tipicamente siciliana, dall'identita' confusa, piu' adatta a sfasciare che amministrare''. (segue)

(Pam/Zn/Adnkronos)