PPI: PADRE SORGE - SE NON STA A SINISTRA, SPARISCE
PPI: PADRE SORGE - SE NON STA A SINISTRA, SPARISCE

Roma, 7 apr. - (Adnkronos) - Se il Partito popolare non si schiera a sinistra nel giro di qualche anno e' destinato a sparire. Mentre infuria la polemica fra le varie anime della ex Dc, padre Bartolomeo Sorge ha rotto il silenzio sui risultati post-elettorali invitando i dirigenti del Ppi ad assumere ''una chiara posizione di progresso'' nel nuovo scenario sociale e politico della seconda Repubblica.

''Una presenza organizzata dei cattolici in politica e' importante -ha affermato il gesuita che dirige a Palermo il Centro studi sociali Pedro Arrupe- ma non ha senso se si presenta all'elettorato ed opera come una forza moderata e centrista: cosi' facendo nel giro di una o due tornate elettorali scomparira' perche' fagocitata dallo schieramento di destra''. Secondo l'ex direttore di ''Civilta' Cattolica'' la presenza del Ppi e' ''necessaria solo nell'ipotesi che sia la coscienza critica di un riformismo coraggioso portato avanti dalle forze di progresso''.

Attenzione, avverte comunque padre Sorge, il Partito popolare non deve ''ne' strizzare l'occhio ne' allearsi con gli ex comunisti: deve essere se stesso con una propria identita' ma con creativita' assumere una chiara connotazione progressista''.

(Pam/Zn/Adnkronos)