PPI: ROSY BINDI, ''SARA' OPPOSIZIONE DI CENTRO''
PPI: ROSY BINDI, ''SARA' OPPOSIZIONE DI CENTRO''

Padova, 7 apr. (Adnkronos) - ''La nostra sara' una opposizione dal centro perche' questa e' la nostra collocazione. Non sara' pregiudiziale ma con il programma in mano e non fara' sconti a nessuno''. Ad assicurarlo e' la segretaria del Ppi veneto, Rosy Bindi, che in una dichiarazione ha sottolineato come ''ognuno ricordera' la linea di tutto il partito: o al governo o in caso di vittoria di uno dei due poli all'opposizione in modo chiaro. Opposizione dal centro significa chiaramente opposizione alla destra, ma da posizioni diverse da quelle della sinistra, ma significa anche che non sara' in nessun modo un'opposizione anticamera di un accordo con lo schieramento vincitore, come alcuni esponenti del Ppi e del Patto sembrano desiderare''.

''Lo schieramento che ha vinto -ammonisce Rosy Bindi- dimostri di essere in grado di fare un governo e di mantenere le promesse fatte. Bossi ha ragione ad avvertire che la democrazia e' in pericolo (cosa che dicevamo noi del resto in campagna elettorale!) peccato che se ne accorga soltanto adesso''. ''Non solo si stanno ripercorrendo i vizi della vecchia politica, ma si arriva addirittura a prefigurare accordi tra i due estremi (vedi possibilita' di accordo Pds-Lega). Premetto -continua la pasionaria bianca- che le ragioni di una opposizione disgiunta da quella della sinistra risiedono non solo nelle differenti posizioni politiche o nei diversi programmi elettorali, ma anche nella conferma dell'incapacita' di analizzare le cause del loro insuccesso: prova ne e' il tentativo di tenere unito in un unico gruppo parlamentare lo stesso schieramento progressista che ha perso le elezioni. Come puo' Ad rilanciare il Partito democratico continuando insieme ai Cristiano sociali e ai Verdi a fare da satellite di un Pds sempre piu' vecchio e sempre piu' ideologicamente pesante!''. (segue)

(Pol/Gs/Adnkronos)