RAI: CDA RIMANE - PROSEGUE OPERA RISANAMENTO (2)
RAI: CDA RIMANE - PROSEGUE OPERA RISANAMENTO (2)

(Adnkronos) - Per quanto riguarda gli indirizzi programmatici, prosegue la nota, il cda ''ha preso atto che il piano di risanamento, a struttura dell'offerta data, e' in via di completamento e certamente pronto entro il termine previsto dall'art. 1 del D.L. n. 141 del 1994. Tale piano prevede il riequilibrio dei conti nell'arco del triennio''. Il termine previsto dal decreto, come si ricordera', e' il 31 maggio di quest'anno.

''In questo quadro -conclude la nota - il cda ha valutato ed accolto le proposte del direttore generale di revisione del budget 1994, rilevando che l'opera di risanamento procede lungo le linee tracciate, senza significativi scostamenti rispetto al risultato previsto''.

Alla fine del febbraio scorso, nel corso di una conferenza stampa, il presidente della Rai Claudio Dematte' aveva precisato i termini economici del riequilibrio che l'azienda dovrebbe conseguire nel triennio. Secondo le previsioni, dai 550 miliardi di deficit del '93 si passera' ai 229 miliardi del '94. Questo senza tener conto dell'eventuale effetto positivo del rientro dei 100 miliardi da mancata evasione del canone e 36 miliardi per defiscalizzazione dello stesso, secondo gli impegni presi a suo tempo dal Governo. Cifre che, comunque, non possono essere contabilizzate. Nel '95 il passivo dovrebbe poi scendere a 28 miliardi fino ad arrivare ad un utile di circa 90 miliardi nel '96.

(Val/Gs/Adnkronos)