RAI: GARIMBERTI - IL CDA DEVE RESTARE (2)
RAI: GARIMBERTI - IL CDA DEVE RESTARE (2)

(Adnkronos) - Il direttore del Tg2 sottolinea: ''se qui mi lasciano libero, resto. Se no, me ne vado, non credano di farmi paura''. Ritiene ''di aver sempre fatto un giornale che solo un fazioso come il portaborse di Berlusconi, Antonio Tajani, ha potuto definire 'la nuova Telekabul'. Poveretto, lui forse il mio Tg non l'ha mai neanche visto. Pero' mi ha attaccato piu' volte. Allora ho chiamato Berlusconi, alle cui reti ho collaborato in passato, e gli ho detto: lei mi conosce, ma come si permette quel giovanotto? Mi ha risposto, sa, e' un po' rozzo''.

Garimberti, fra l'altro, spiega di ''aver conosciuto il vero fascismo, facendo il corrispondente da Mosca negli anni di Breznev. So cos'e'. E non credo che Fini, Berlusconi o Bossi siano assimilabili a quel fascismo la'. Assolutamente. Penso invece che lasceranno lavorare quelli che meritano di lavorare''. ''Questi tre politici non mi fanno paura: ho troppo rispetto per le loro intelligenze per pensare che, da vincitori, si comportino in maniera rozza'', ma, aggiunge Garimberti, ''ho paura che loro non conoscano la situazione della Rai e che se la facciano rappresentare da alcuni personaggi di secondo piano, squallidi, che vogliono solo consumare le loro vendette. Quelli che, in questi giorni, stanno gia' bussando alle porte dei nuovi vincitori per dire: questo torto mi e' stato fatto dai comunisti''.

(Red/Gs/Adnkronos)