RAI: VOCE REPUBBLICANA, PRIVE DI FONDAMENTO RICHIESTE DIMISSIONI
RAI: VOCE REPUBBLICANA, PRIVE DI FONDAMENTO RICHIESTE DIMISSIONI

Roma, 7 apr. (Adnkronos) - Le richieste di dimissioni ai vertici Rai ''sono prive di fondamento sia sotto il profilo giuridico, sia che ne siano considerati gli aspetti di ordine istituzionale e parlamentare richiamati dalla legge 206 del giugno '93''. E' quanto si legge in una nota della Voce Repubblicana, che osserva: ''affermare che il consiglio di amministrazione della Rai sia delegittimato perche' preesistente al nuovo Parlamento, significa deformare profondamente principi e criteri della nuova legge e in ultima analisi ricondurre la Rai ad una condizione societaria incompatibile con quanto stabilito all'art. 1 della legge 206''.

Una normativa, prosegue l'organo del Pri, che ''non attribuisce ai presidenti delle Camere, insieme alla nomina del cda, anche un potere di indirizzo, quindi di mandato vincolante, per la individuazione degli obiettivi del piano editoriale dell'azienda. Tale potere, limitato alla funzione di indirizzo, e' riconosciuto alla commissione bicamerale di vigilanza che, una volta rinnovata, potra' certamente dar luogo ad una fase di verifica''.

A giudizio della Voce Repubblicana, ''quel che appare in discussione con le richieste di dimissioni e' in primo luogo quanto di innovativo e' stato introdotto rispetto alla visione del servizio pubblico vincolato agli equilibri politici e partitici e, inoltre, la possibilita' di pervenire ad un sistema radiotelevisivo in cui minore sia il livello di controllo sulle reti stabilito dalla legge Mammi'''.

(Red/Pan/Adnkronos)