SPORT: IL PDS, RIFORMIAMO IL CONI E RIPULIAMO LE SOCIETA'
SPORT: IL PDS, RIFORMIAMO IL CONI E RIPULIAMO LE SOCIETA'

Roma, 7 apr. - (Adnkronos) - Dividere all'interno del Coni l'anima agonistica da quella amatoriale, ripulire le societa' sportive e gli enti di promozione, affidare allo Stato la programmazione delle strutture sportive da finanziare con un fondo di garanzia. Il nuovo Parlamento sara' chiamato a riformare il governo dello sport e il Pds ha gia' le idee chiare. Il responsabile dello sport Nedo Canetti ha preparato una bozza e riunira' martedi' il nuovo gruppo di deputati e senatori che presentera' poi il progetto per il nuovo Coni.

La crisi dello sport olimpico, l'ingresso nello sport di forti interessi privati, l'aumento degli sportivi dilettanti, richiedono per il Pds una radicale modifica del Coni: tutta la parte che riguarda i servizi deve diventare di competenza dello Stato, con un forte decentramento regionale. Un comitato delle regioni presso la presidenza del Consiglio, al quale parteciperebbero anche comitato olimpico e credito sportivo, dovrebbe avere compiti di indirizzo, programmazione e coordinamento per il settore dell'impiantistica. A supporto dovrebbe nascere un fondo di garanzia, che sostenga economicamente le iniziative regionali e dell'associazionismo per la costruzione e la gestione degli impianti.

Sul versante sportivo invece il Coni dovrebbe rinascere con due anime: la prima comprendente le federazioni sportive, con il compito di gestire lo sport agonistico, la seconda potrebbe essere un ''dipartimento dello sport per tutti'', e comprendere enti di promozione sportiva, associazioni e gli attuali settori amatoriali delle federazioni. (Segue)

(Dis/Zn/Adnkronos)