ANTIFASCISMO: TAVIANI - DE FELICE PIU' PERICOLOSO DI FINI
ANTIFASCISMO: TAVIANI - DE FELICE PIU' PERICOLOSO DI FINI
GLI STORICI DIFENDONO L'ILLUSTRE COLLEGA

Roma, 9 apr. (Adnkronos) - ''Lo storico Renzo De Felice e' piu' pericoloso del segretario missino Gianfranco Fini''. Il singolare attacco al massimo studioso del regime fascista e' stato sferrato dal senatore a vita Paolo Emilio Taviani, uno dei capi della Resistenza in Liguria e fondatore della Democrazia cristiana. Intervenendo sulle polemiche di questi giorni in seguito alla discussa trasmissione ''Combat Film'', dalle colonne del ''Mattino'' Taviani ha detto: ''Un conto sono il perdono e l'umana pieta' per i morti, tutti i morti. Un conto il tentativo di revisionare, falsando, la storia. E questo tentativo revisionistico e' in atto''. Secondo l'ex ministro, infatti, De Felice, autore di una monumentale biografia di Mussolini, insieme ad alcune ''valide affermazioni'' ha tirato fuori sul fascismo ''tesi assolutamente fantasiose, estrapolate da qualche singolare documento, distaccate dalla realta'''.

Per lo storico Francesco Perfetti, presidente del Vittoriale e stretto collaboratore di De Felice, quella di Taviani e' ''un'affermazione che non sta ne' in cielo ne' in terra, in quanto il giudizio storico offerto dallo studioso sul fascismo e' fortemente negativo e sulla sua fede antifascista non ci sono dubbi. Non mi meraviglierei se si scoprisse che chi lo accusa con tanta veemenza non avesse mai letto le sue opere''. Un altro storico, Giovanni Sabbatucci, prima allievo e poi assistente universitario di Renzo De Felice, e' ''stupito e sconcertato'': ''Alcune tesi che nei decenni scorsi hanno fatto scandalo, sono oggi accettate dalla storiografia di tutte le tendenze ideologiche. E' strano e preoccupante che il senatore Taviani le abbia tirate fuori proprio in questo frangente''.

(Pam/Zn/Adnkronos)