I FATTI DEL GIORNO. 2/A EDIZIONE (3): L'INTERNO
I FATTI DEL GIORNO. 2/A EDIZIONE (3): L'INTERNO

Roma. Sono in riunione da circa un' ora le delegazioni dei membri del Polo delle liberta' con lo copo di definire candidature comuni per le presidenze di Camera e Senato. Per la Lega nord ci sono Roberto Maroni e Francesco Enrico Speroni, per Alleanza nazionale Giuseppe Tatarella e Giulio Maceratini, per il Centro cristiano democratico Pier Ferdinando Casini e Clemente Mastella, per l'Unione di centro Raffaele Costa, e infine, per Forza Italia , Cesare Previti, Gianni Pilo e Domenico Mennitti. Intanto Roberto Maroni ha gia' rivendicato la legittimita' di una presidenza leghista (''siamo il primo gruppo della maggioranza''), confermando che il candidato della Lega per Palazzo Madama ''rimane Francesco Speroni''. ''Comunque i Presidenti di Camera e Senato devono essere espressione della maggioranza -ha detto Maroni- altrimenti rimaniamo nella logica consociativa''.

Fiuggi. ''Vendere la Fininvest? Anche se volessimo non sarebbe tanto facile trovare un acquirente, che possa offrire non dico un prezzo giusto, ma almeno un prezzo vicino al giusto''. Silvio Berlusconi ha dedicato questo passaggio del suo discorso di apertura al seminario di studi parlamentari organizzato per gli eletti di Forza Italia, al delicato tema dell'antitrust, una legge che comunque, il Dottore ritiene ''dovra' essere al centro della prossima legislatura''. A cominciare dalla legge Mammi' alla quale ''bisognera' apportare qualche revisione''.

Roma. ''Il 25 aprile e' un elemento fondativo della Repubblica e della coesione nazionale. Si vuole rilanciare una sorta di religione civile del Paese: la resistenza e l'antifascismo''. Il segretario di Rifondazione comunista Fausto Bertinotti sottolinea come ancora oggi l'antifascimo non rappresenti ''una cultura di parte, ma una cultura fondativa della Costituzione italiana e del patto sociale fra gli italiani''. (segue)

(Dis/Bb/Adnkronos)