UNIVERSITA': TELE-LEZIONI DI RADIOLOGIA TRA ROMA E BOLZANO
UNIVERSITA': TELE-LEZIONI DI RADIOLOGIA TRA ROMA E BOLZANO

Roma, 11 apr. (Adnkronos) - Arriva la teledidattica: Roma chiama Bolzano. Giovedi' prossimo iniziera' il primo programma italiano di formazione a distanza per specializzandi in radiologia attraverso un collegamento teledidattico tra il Policlinico Gemelli e l'Ospedale di Bolzano. Il programma prevede dei collegamenti teledidattici a scadenza bisettimanale tra la scuola di specializzazione in Radiologia dell'universita' Cattolica e l'Istituto di Radiologia dell'ospedale di Bolzano.

E' noto infatti che per conseguire il diploma di specialista occorre svolgere un tirocinio, la cui durata e' stabilita dalla legge. La specializzazione in radiologia si consegue in quattro anni e prevede, oltre alla pratica da effettuarsi presso una struttura ospedaliera, 400 ore di lezioni teoriche annue. Grazie alla teledidattica, gli specializzandi che svolgono il loro tirocinio presso l'ospedale di Bolzano possono seguire alcune di queste lezioni senza i ricorrenti trasferimenti nella sede universitaria di Roma, dove alla fine sosterranno solo gli esami.

La teledidattica e' frutto di una convenzione stipultata fra l'universita' Cattolica di Roma e la provincia autonoma di Bolzano. Ideatore dell'iniziativa e' il professor Pasquale Marano, direttore dell'Istituto di radiologia dell'universita', e per il primo collegamento, che avra' luogo alle ore 11 del 14 aprile, interverranno da Bolzano l'assessore alla Sanita' Saurer, il direttore generale dell'Ospedale Lanzinger, il direttore sanitario e tutti i primari, i radiologi ed i primari radiologi della provincia autonoma.

(Ria/Gs/Adnkronos)