PREVIDENZA: GIUGNI - LA STRADA E' GIUSTA, ORA TOCCA AD ALTRI
PREVIDENZA: GIUGNI - LA STRADA E' GIUSTA, ORA TOCCA AD ALTRI

Roma, 11 apr. (Adnkronos) - La strada e' quella giusta. Ora tocca agli altri. Cosi' Gino Giugni, ministro del Lavoro, intervenendo a una tavola rotonda sul nuovo stato sociale nel corso del quinto Forum Pubblica Amministrazione, a Roma, passa informalmente la mano al suo successore e piu' in generale al governo sulla questione del riordino della previdenza.

''Un anno -ha detto- e' troppo poco, non per soddisfare appetiti di potere, ma per delineare interventi e ottenere risultati. In ogni caso -ha sottolineato- col contenimento della spesa sociale entro il 15 per cento del Pil, abbiamo la conferma che gli interventi effettuati nel 92 hanno avuto efficacia''.

Non tutto si e' potuto fare, ma il ministro rivendica per il governo Ciampi l'attenuante di essere stato un esecutivo dotato di scarso appoggio. ''Sulla base della legge delega del '92 -spiega- si e' fatto un grosso passo avanti; ulteriori risultati avrebbero richiesto capacita' di autorevolezza del governo, che forse stavamo conquistando, ma che ancora non avevamo raggiunto, senza considerare il fatto -aggiunge il ministro- che avevamo di fronte un Parlamento riottoso dinanzi a provvedimenti di carattere restrittivo''. (segue)

(Cre/Pe/Adnkronos)