SOMALIA: AUGELLI E LOI - TUTTI GLI ERRORI DELL'ONU (2)
SOMALIA: AUGELLI E LOI - TUTTI GLI ERRORI DELL'ONU (2)

(Adnkronos) - Dell'impegno militare in Somalia, il generale Loi ha voluto sottolineare ''l'aspetto umanitario, il contributo all'estinzione della carestia e della fame, l'aiuto alla ricostruzione del Paese. Un'operazione a tutto campo, in linea con quanto scritto nell'agenda della Pace delle Nazioni Unite''.

L'intervento non puo' prescindere da una presenza armata: ''per quanto paradossale possa sembrare -ha osservato il generale Loi- non si puo' organizzare un intervento umanitario senza il fucile. Noi italiani non ci siamo mai sottratti al dovere di imbracciare le armi contro i banditi, ma in Somalia abbiamo sempre mantenuto un atteggiamento che ha privilegiato il dialogo e la mediazione''.

L'uso della forza ''e' stato autorizzato dall'Onu ma non ne sono stati stabiliti i limiti. Tra uno schiaffo e la bomba atomica -ha continuato, citando una frase dello stesso Augelli- c'e' una serie di vie intermedie che andrebbero prese in considerazione''. (segue)

(Mac/Zn/Adnkronos)