SOMALIA: BERSANI - TRIPLICARE LE ONG (2)
SOMALIA: BERSANI - TRIPLICARE LE ONG (2)

(Adnkronos) - Mohammed Aden Sheik, gia' ministro della Sanita' in Somalia, ha contestato il dogma della neutralita' dell'intervento militare multinazionale e ha negato che ricostruire la Somalia sulla sola base dei clan possa servire a pacificare realmente il Corno d'Africa. E la stampa? ''Le drammatiche immagini dei bambini denutriti e scheletrici -ha osservato Giampiero Gramaglia, redattore capo centrale dei servizi esteri dell'Ansa- hanno prodotto nell'opinione pubblica una spinta emotiva che e' stata alla base dell'operazione multinazionale. Quei bambini sono poi gradualmente scomparsi dai teleschermi e dalle pagine dei giornali per lasciare spazio alle cronache militari, politiche, fino all'apice dell'interesse dopo l'uccisione dei caschi blu e il conflitto diplomatico tra l'Italia e l'Onu. Il giornalista inviato in Somalia si e' cosi' trasformato in cronista di guerra''.

''Quelle immagini -si e' rammaricata Carmen Lasorella, della Rai, una dei circa cento giornalisti italiani inviati in questi sedici mesi in Somalia- le avevamo trasmesse anche nel nostro paese gia' nell'agosto del 1992, ma solo quando le scene della fame e della carestia sono state mostrate al mondo dalla Cnn la coscienza mondiale si e' mobilitata e i governi hanno deciso di intervenire''. ''Vedremo -ha concluso Gramaglia- se ora, dopo la partenza dei contingenti occidentali, i giornali continueranno a parlare della Somalia. E se i lettori continueranno ad interessarsene''.

(Mac/Zn/Adnkronos)