SENNA: FANGIO - MI RIFIUTO DI CREDERE AL SABOTAGGIO
SENNA: FANGIO - MI RIFIUTO DI CREDERE AL SABOTAGGIO

Roma, 3 mag. (adnkronos) - All'ipotesi di sabotaggio delle tre macchine di Imola Emanuel Fangio -raggiunto telefonicamente dalla Adnkronos in Argentina- si rifiuta di credere: ''sarebbe agghiacciante solamente il pensare che nelle piste sia arrivato il sabotaggio. Nella mia lunga carriera non mi e' mai successo di sapere che dietro un incidente ci sia stato un fatto delittuoso. Credo piu' alla fatalita'. C'e' troppo denaro e voglia di successo che spingono verso la velocita', e cosi' il passo verso la morte diventa piu' breve''.

Emanuel Fangio si dichiara profondamente addolorato per la morte di Senna: ''e' un giorno molto triste per me. Era un grande pilota, gentile, buono e generoso, con un temperamente eccezionale. Tutto gli volevano bene. Una perdita grandissima per l'automobilismo e per lo sporto mondiale''.

(Dis/Pan/Adnkronos)