FESTIVAL CANNES: LA PARTECIPAZIONE RAI
FESTIVAL CANNES: LA PARTECIPAZIONE RAI

Roma, 12 mag. (Adnkronos) - Anche quest'anno, la Rai e' presente al Festival di Cannes con un numero consistente di film. Come e' piu' che la Mostra di Venezia, Cannes e' stata per la Rai l'occasione per testimoniare un impegno che non e' venuto mai meno nei confronti del cinema italiano: dalla Palma d'oro a Padre, padrone (1977) e a L'albero degli zoccoli (1978) sino ad una serie di partecipazioni, piu' o meno fortunate ma sicuramente importanti, da La notte di San Lorenzo (1982) a Nuovo cinema paradiso (1989), da La famiglia (1988) a Ladro di bambini (1992).

E non e' un caso che, in uno dei momenti piu' difficili del nostro cinema, che e' di sofferenza produttiva e creativa ed anche di rifondazione legislativa, nella sorprendentemente folta selezione italiana la Rai vanti due titoli in concorso e due titoli nella Quinzaine des realisateurs ed a Certain Regard. Segno di un'attenzione costante, pur in presenza di una fase aziendale di ristrutturazione economica ed organizzativa, verso quanto di innovativo e di vitale si muove nel cinema italiano. Ma segno anche di una politica coerente nei confronti del cinema di qualita', non solo e non tanto ad alimentare palinsesti e programmazione, quanto a sostenere, quando possibile, una struttura industriale da sempre fragile ed a suggerire talvolta un necessario rinnovamento di linguaggio e di generazioni.

Cosa in qualche modo doverosa a compensare l'eccesso di cinema sul quale il sistema televisivo nazionale pubblico e privato ha fondato da molti anni la sua alta competitivita' e le sue fortune, e dentro il quale andranno disegnati, nei rapporti tra cinema e Tv, i futuri nuovi equilibri nel rispetto delle autonomie e delle reciproche specificita' d'Azienda. (segue)

(Com/Gs/Adnkronos)