GOVERNO: GUGLIELMI (RAITRE) SU TATARELLA E NUOVO ASSETTO RAI
GOVERNO: GUGLIELMI (RAITRE) SU TATARELLA E NUOVO ASSETTO RAI

Roma, 12 mag. - (Adnkronos) - Il nuovo governo? ''Staremo a vedere...''. Tatarella Ministro delle Poste? ''Mi pare furbo''. Cosi' il direttore di Raitre, Angelo Guglielmi, risponde alle domande dei giornalisti sul nuovo esecutivo e sul nuovo responsabile del dicastero delle Poste. A margine della conferenza stampa per un bilancio definitivo del programma della terza rete ''Ultimo Minuto'', Guglielmi afferma: ''ho letto le interviste che Tatarella ha rilasciato oggi ad un paio di giornali... rivelano perlomeno un uomo di grande furbizia. Quando non vuol dare una risposta, sa rispondere con furbizia''.

Sulle varie ipotesi e proposte per un nuovo assetto del servizio pubblico, in particolare quelle che si riferiscono alla trasformazione di Raitre in rete federalista, Guglielmi spiega: ''l'idea di Dematte' e dell'azienda, espressa fin nel primo documento che il consiglio di amministrazione rese pubblico, prevede una regionalizzazione della terza rete. Certo, quando capitera' e se capitera', sara' la terza rete. Ma questo non significa che la sua offerta scomparira' assieme alla rete e alle frequenze sulle quali viene trasmessa. Sono le frequenze che verranno adoperate per diffondere questa nuova rete federale''.

''Escludendo'' che tale progetto possa essere realizzato in breve tempo, Guglielmi in ogni caso tiene a precisare che ''la programmazione di Raitre trasmettera' su altre frequenze. Se poi si arrivasse alla decisione che nessun soggetto puo' detenere piu' di due reti, soluzione legata al superamento della legge Mammi', e' chiaro che una rete sara' federale. L'altra che rimane, vedremo come sara'. Comunque -ribadisce il direttore di Raitre- le capacita', le esperienze, le risorse intellettuali e professionali della terza rete nessuno ha intenzione di disperderle. Ne' noi, ne' i vertici dell'azienda''.

(Rgg/Zn/Adnkronos)