BELGRADO: PANIC, MILOSEVIC ERA PRONTO A PARTIRE
BELGRADO: PANIC, MILOSEVIC ERA PRONTO A PARTIRE

Belgrado, 21 mag. (Adnkronos/Dpa) - Il presidente serbo Slobodan Milosevic era pronto a rassegnare le dimissioni nel luglio 1992 in cambio di un lavoro come direttore di una filiale di banca (stipendio annuo 150mila dollari, 240 milioni di lire) una villa ed uno yacht in California, e la revoca delle sanzioni internazionali contro Belgrado e Podgorica.

A renderlo noto e' Milan Panic, premier della Serbia-Montenegro fra luglio e dicembre 1992, in un libro di prossima pubblicazione in cui racconta l'esperienza che lo ha visto capo di governo della federazione. Dell'opera, ''Il sogno serbo'' il quotidiano di Belgrado ''Borba'' pubblica in anticipo larghi brani. Riferisce Panic che Milosevic reagi' con entusiasmo: ''E' meraviglioso, un modo veramente fantastico per me per uscire da questa tragedia''. Ma, racconta ancora Panic, Milosevic avrebbe insistito per avere garanzie scritte dal governo americano sulla revoca delle sanzioni. Garanzie mai ricevute.

(Cin/Bb/Adnkronos)