M.O.: ISRAELIANI RAPISCONO LEADER HEZBOLLAH IN LIBANO (NUOVO)
M.O.: ISRAELIANI RAPISCONO LEADER HEZBOLLAH IN LIBANO (NUOVO)

Tel Aviv, 21 mag. (Adnkronos/Dpa)- Con una operazione perfetta dal punto di vista operativo, un commando israeliano e' penetrato in Libano poco prima dell'alba e ha rapito Mustafa Dirani, 46 anni, uno dei leader del movimento fondamentalista hezbollah. Dirani e' ritenuto uno dei responsabili della cattura del pilota israeliano Ron Arad nel 1986 e appena arrivato in Israele e' stato interrogato per sapere dove si trova ora l'aviatore.

Secondo testimoni oculari, il rapimento di Dirani e' stato condotto da 75 uomini dei reparti speciali, arrivati a bordo di tre elicotteri sulle colline che sovrastano il villaggio di Kasarnaba presso l'antica citta' di Baalbeck, nella valle della Bekaa sotto controllo siriano, 75 chilometri a est di Beirut. Il commando ha usato delle jeep per raggiungere l'obiettivo e isolare l'area circostante. Gli israeliani si sono spacciati per soldati libanesi e hanno semplicemente bussato alla porta di casa Dirani a Kasanarba. L'operazione si e' conclusa in meno di mezz'ora e gli elicotteri sono tornati in Israele sfuggendo ai tiri della contraerea siriana e libanese.

Dirani era responsabile delle forze di sicurezza del movimento Amal nel 1986 quando l'aereo di Arad fu abbattuto durante una incursione sui campi palestinesi presso Sidone. Secondo gli israeliani, non solo Dirani catturo' il pilota ma lo rivendette per 300mila dollari (circa 480 milioni di lire) agli Hezbollah nel 1988 quando entro' a far parte di questa organizzazione alla testa del suo movimento ''l'opposizione dei credenti''. (segue)

(Civ/Pe/Adnkronos)