RAPINA TORLUPARA: C'E' UN PERICOLO TERRORISMO?
RAPINA TORLUPARA: C'E' UN PERICOLO TERRORISMO?
CHI SONO GLI ARRESTATI

Roma 31 mag -(Adnkronos)- C'e' un pericolo terrorismo? A riproporre questo interrogativo e' l'arresto di un gruppo di ex terroristi neri e rossi, sorpresi per la prima volta insieme, mentre tentavano di rapinare una banca a Torlupara.

Dario Pedretti, Luigi Aronica, Carlo Gentile, Sergio Panizzari hanno un passato in organizzazioni terrorisiche particolarmente rilevante. Insieme a loro e' stato arrestato anche Sandro Dari, criminale comune. Sergio Panizzari fu arrestato addirittura nel 1971 perche' accusato di aver rapinato una gioielleria. In carcere si politicizzo' fino a diventare uno degli esponenti di primo piano dei Nucei Armati Proletari, il gruppo terroristico di estrema sinistra che teorizzava la politicizzazione dei criminali comuni e degli emarginati.

Da qualche anno Panizzari era stato rinciuso in cella con Dario Pedretti, senz'altro il piu' noto degli arrestati, con il quale lavorava nel regime di semiliberta' in cui attualmente si trovava. Pedretti fu arrestato nel 1979 dopo una rapina in una gioielleria. Era stato condannato a decine di anni di carcere ed era considerato un ''irriducibile''.

Leader del Fuan romano, da cui nacquero i Nar, Padretti era uno degli esponenti piu' noti del neofascismo della capitale della fine degli anni '70. Compagno di Francesca Mambro prima che la terrorista si unisse a Valerio Fioravanti, Pedretti era stato riconosciuto colpevole di numerose rapine e di aver partecipato all'assalto a Radio Citta' Futura ed alla sezione del Pci dell'Esquilino in cui fu fatto uso anche di bombe a mano. A quest'ultimo assalto prese parte anche Luigi Aronica, detto ''il pantera'', altro neofascista molto noto una quindicina di anni fa sopratutto nella zona di piazza Risorgimento, da sempre legato a Pedretti. Piu' giovane Carlo Gentile, arrestato nell'85 insieme ad un suo ''camerata'' perche' sorpresi in una macchina piena di armi. (segue)

(Rao/Zn/Adnkronos)