AIDS: LA CONSULTA - SI' A TEST PER LAVORATORI (2)
AIDS: LA CONSULTA - SI' A TEST PER LAVORATORI (2)

(Adnkronos) - La Corte ha ribadito il principio che la salute e' un bene primario, costituzionalmente protetto, che esige piena ed esaustiva tutela. ''Va salvaguardata in ogni caso - dice la Corte - la dignita' della persona che comprende anche il diritto alla riservatezza sul proprio stato di salute ed al mantenimento della vita lavorativa e di relazione compatibile con lo stato''.

La liberta' del soggetto deve essere armonizzata con la pretesa dei terzi che vengono in necessario contatto con la persona per attivita' che comportano un serio pericolo, non volontariamente assunto, di contagio. ''E' l'osservanza del principio generale che vede il diritto di ciascuno trovare un limite nel reciproco riconoscimento e nell'eguale protezione del coesistente diritto degli altri'' a richiedere che le attivita' le quali, in ragione dello stato di salute dell'individuo, contengono in se' il rischio di ledere anche quelald ei terzi, possano essere espletate solo da chi si sottoponga agli accertamenti necessari per escludere la presenza e la trasmissibilita' dell'infezione da Hiv. (segue)

(Ria/Gs/Adnkronos)