AMBIENTE: ''A VENEZIA UN TRIBUNALE INTERNAZIONALE'' (3)
AMBIENTE: ''A VENEZIA UN TRIBUNALE INTERNAZIONALE'' (3)

(Adnkronos) - L'idea di un Tribunale internazionale dell'ambiente e' stata avanzata, tre anni fa, da un magistrato della Corte di Cassazione italiana, Amedeo Postiglione, che ha propagandato incessantemente, da allora fino ad oggi, la sua creatura ed ora al convegno di Venezia fa da ''padrone di casa''. Postiglione, nel corso del suo intervento, ha auspicato anche la creazione di due organismi ''necessari per un governo completo dell'ambiente'' a livello internazionale, vale a dire ''una agenzia per i controlli ed i monitoraggi e una task force di pronto intervento'', una sorta di polizia ambientale mondiale.

''Il tribunale -ha detto Postiglione- sara' una Corte cui possono rivolgersi anche associazioni, cosi' come si fa oggi con la Corte Europea dei Diritti dell'Uomo di Strasburgo''; un organismo quindi che puo' essere adito non solo dagli Stati, ad oggi gli unici ad avere una personalita' giuridica in diritto internazionale, ma anche dai cittadini. L'agenzia riempira' invece gli spazi vuoti lasciati, nei controlli, dai singoli Stati: Postiglione pensa all'Antartide, agli oceani (nella parte in cui gli Stati non esercitano la loro sovranita') e allo spazio. La task force sara' infine il ''braccio armato'' del governo mondiale dell'ambiente, un servizio di pronto soccorso. ''Questa e' una iniziativa -dice infine Postiglione- che, piano piano, ha preso corpo. Un risultato inimmaginabile solo tre anni fa''.

(Pab/Pan/Adnkronos)