CLINTON: COS'E' L'ACCADEMIA AMERICANA
CLINTON: COS'E' L'ACCADEMIA AMERICANA
I FESTEGGIAMENTI A ROMA

Roma, 2 giu. -(Adnkronos)- L'Accademia americana di Roma, meta di una breve visita della First Lady Hillary Clinton, festeggia quest'anno il suo centenario con un folto carnet di manifestazioni. L'accademia e' un complesso di 10 edifici, oltre a quello di McKim, Mead e White, inagurato nel 1914, circondati da quasi cinque ettari di parco sul Gianicolo e costituisce il principale centro di studi indipendenti e di ricerca nel campo delle Belle Arti e delle discipline classiche. Piu' di mille persone beneficiano ogni anno dei programmi offerti dall'Accademia -comprese le borse di studio, dell'accesso alla biblioteca, gli studi archeologici, la scuola e i seminari estivi- oltre alle migliaia di persone che partecipano ai concerti, alle letture, ai simposi, alle mostre e alle speciali manifestazioni a Roma e negli Stati Uniti. L'Accademia e' finanziata da contributi privati.

Per festeggiare i cento anni della sua fondazione sono previste manifestazioni negli Stati Uniti e a Roma. L'avvenimento principale e' stata la speciale cerimonia alla Casa Bianca, il 24 aprile scorso, in cui il presidente Clinton ha riconosciuto l'importanza nazionale della missione dell'Accademia e ha annunciato i vincitori del premio Roma 1994-95, l'inaugurazione della Campagna del centenario e le nuove borse di studio.

A Roma i festeggiamenti partiranno il 6 giugno prossimo con l'inagurazione dell'edificio principale restaurato, l'annnuncio di un collegamento speciale via computer tra la Biblioteca dell'Accademia, quella dei ''Tatti'' di Firenze e la biblioteca Vaticana, ''dono speciale all'Italia'', e il conferimento di medaglie. La cerimonia culminera' il 10 giugno con un pranzo esclusivo al quale sono invitati artisti di fama, ambasciatori e il gotha della nobilta', dell'industria e della politica italiana. Nella selezionatissima lista di invitati, fra gli altri, l'Aga Khan, Henry Kissinger, Gianni e Marella Agnelli, i principi Boncompagni, Colonna, Caracciolo, i Rotshild, i Von Thyssen e i Visconti di Modrone.

(Ccr/Zn/Adnkronos)