CLINTON: LA CONFERENZA STAMPA (2)
CLINTON: LA CONFERENZA STAMPA (2)

(Adnkronos) - Nel breve discorso introduttivo, Berlusconi ha riferito di aver ringraziato Clinton per aver voluto cominciare la sua permanenza in Europa dal nostro paese, e per la liberazione dal fascismo e dal totalitarismo: '' Abbiamo avuto un incontro molto interessante nel quale ho potuto spiegare direttamente la situazione italiana, i motivi che hanno determinato questo cambiamento politico, a partire dalla legge maggioritaria, al nuovo governo, al programma del governo e alla sua volonta' di continuare nella politica di alleanze internazionali seguendo una tradizione sempre uguale nei confronti delle organizzazioni internazionali. Abbiamo poi esaminato argomenti di politica internazionale, del fatto che saremo onorati di avere Clinton ospite per il G-7, i cui temi principali saranno quelli dell'economia e soprattutto dell'occupazione, un fatto difficile da coniugare con lo sviluppo tecnologico, per tutti gli Stati''. Infine, un nuovo accenno al ringraziamento per quello che hanno fatto 50 anni fa gli Stati Uniti, senza i quali oggi Clinton non avrebbe trovato questa Italia democratica e libera. Con un ''prego Bill'', Berlusconi ha poi ceduto la parola a Clinton.

Dopo i ringraziamenti di rito e le espressionidi soddisfazione per l'incontro, Clinton ha ribadito che l'Italia e' un alleato importante che ha collaborato al massimo negli anni della Guerra Fredda, come ora in questi anni del dopo guerra fredda. Clinton ha detto che i colloqui odierni hanno gettato le basi per un ''buon e forte rapporto'', e ha aggiunto di essere stato colpito molto dall'impeto del presidente del Consiglio per i temi democratici. (segue)

(Cab/Gs/Adnkronos)