MAFIA: P.L.VIGNA A SECURICOM'94 - UN'AGENZIA ANTI-RICICLAGGIO (2)
MAFIA: P.L.VIGNA A SECURICOM'94 - UN'AGENZIA ANTI-RICICLAGGIO (2)

(Adnkronos) - Sarebbe fatale per la societa' e l'economia non perfezionare le misure antiriciclaggio. Quale il rischio? La progressiva estensione nel mondo intero della 'mafia finanziaria' (di terzo livello, dopo quello ''militare'' e ''sociale''), espansione che consentirebbe alle organizzazioni criminali di operare una sorta di 'saldatura planetaria' con effetti macro-economici e quindi, alla fine, incontrollabili.

Il procuratore della Repubblica di Firenze si e' invece mostrato ottimista sulla possibile, definitiva sconfitta della 'mafia militare'. Occorre prudenza in questo tipo di valutazioni, ma e' indubbio che ''contro la fase o livello 'militare' della mafia le autorita' hanno ottenuto buoni risultati''.

Per cui se gli uomini di banca devono continuare ad essere ''i sensori della polizia e dell'autorita' giudiziaria'' occorre che un'organizzazione specializzata e sofisticata -l'agenzia- accanto a loro, praticamente invisibile, e al di sopra di loro, controlli tutte le operazioni sospette e sospettabili.

Pier Luigi Vigna ha dedicato molta attenzione al ''delitto di usura'' (di recente ''The Economist'' ha aperto le pagine d'attualita' dedicando al problema uno spazio davvero insolito) ''mezzo di impossessamento dei beni del nostro Paese''.

L'usura e' diventato uno ''strumento di esproprio'' di imprese, piccole e medie, costrette -quando non sono piu' in grado di restituire i soldi ''a strozzo''- a continuare a lavorare al servizio delle organizzazioni criminali, in vari modi. (segue)

(Pal/Pan/Adnkronos)