MAFIA: P.L.VIGNA A SECURICOM'94 - UN'AGENZIA ANTI-RICICLAGGIO (3)
MAFIA: P.L.VIGNA A SECURICOM'94 - UN'AGENZIA ANTI-RICICLAGGIO (3)
''IL CHIARO MESSAGGIO DI RIINA''

(Adnkronos) - Nuova strategia di facciata. La mafia piu' evoluta tende ormai a lasciare la titolarita' ai vecchi proprietari di imprese, agenzie, centri commerciali. Agli ''sfrattati attraverso l'usura'' non resta che scomparire o diventare gregari-prestatori d'opera dei ''colletti bianchi''. Ma bisogna ammettere -sottolinea Pier Luigi Vigna- che la strategia finanziaria della mafia ''e' ancora un punto oscuro''. Si sa che stanno operando ''verso i Paesi dell'Est''.

Un salto di qualita' per la giustizia sarebbe rappresentato ''dal sequestro non soltanto di quello che e' il profitto diretto della droga'' ma anche ''di beni acquisiti con quel profitto, ad esempio gli appartamenti''.

Le minacce di Riina dalla gabbia degli imputati. ''Mi sembra che Riina abbia dato una conferma alla validita' dell'attuale strategia antimafia''. Infatti ''mira a squalificare i pentiti (sono circa 3 mila) che hanno dato un grande aiuto alla giustizia e a togliere i mafiosi dall'isolamento'', isolamento che rende difficile ''il passaggio d'ordini''. La normativa sui collaboratori di giustizia potrebbe essere ''oliata''.

La tavola rotonda (''Antiriclaggio e segnalazioni delle operazioni sospette'') ha raccolto le importanti indicazioni di Antonio Monaco, dirigente vigilanza creditizia e finanziaria della Banca d'Italia: di Sergio Bianconi, responsabile del Servizio normative speciali dell'Abi, del col. Umberto Fava, comandante del Nucleo valutario della Guardia di Finanza: del vice Questore Alessandro Pansa, primo dirigente del Nucleo criminalita' economica ed informatica; e di Elia Caferri, responsabile Sviluppo ed applicazioni informatiche dell'Ufficio italiano cambi.

(Pal/Zn/Adnkronos)