CAVALIERI DEL LAVORO: BERLUSCONI TRASCINERA' LA RIPRESA
CAVALIERI DEL LAVORO: BERLUSCONI TRASCINERA' LA RIPRESA

Roma, 2 giu. (Adnkronos) - Tutti d'accordo: Berlusconi deve andare avanti. Trascinera' il Paese verso la ripresa. Freschi di nomina i neo-cavalieri Gancia, Zoppas, Divella, e il presidente della Sony Italia, Baruffi, danno piena fiducia al presidente del Consiglio, alle sue promesse e alla possibilita' che in Italia si riesca realmente a creare un nuovo miracolo industriale.

Brinda a questa prospettiva Vittorio Vallarino Gancia, presidente e amministratoe delegato della famosa societa' produttrice di spumanti: ''Sono fiducioso -dice all'Adnkronos- certo c'e' molto da fare, ma il governo e' solo agli inizi del suo mandato e quindi occorre dargli il tempo necessario per agire. Le promesse di Berlusconi non sono irrealizzabili, ma bisogna rimboccarsi le maniche e lavorare tutti quanti''. Della macchina statale abolirebbe subito ''la burocrazia, che deve essere al piu' presto rinnovata''.

Emilio Baruffi non si pone nemmeno il problema se e come siano realizzabili gli obiettivi del governo. ''Le promesse -dice- devono essere mantenute altrimenti ci troveremo di fronte a una situazione disastrosa, non abbiamo molte alternative''. Baruffi e' pronto a dare carta bianca a Berlusconi: ''Ho cieca fiducia negli uomini nuovi -spiega- e credo nella loro capacita'. A queste persone va pero' lasciato il tempo per dimostrare che i loro programmi non sono soltanto parole, ma azioni concrete che consentano il recupero della nostra economia e il miglioramento dell'immagine del Paese''. Sulle pensioni, e sul dilemma se sia meglio un sistema a ripartizione o a capitalizzazione, il presidente della Sony Italia non si pronuncia, ma sottolinea la necessita' ''di trovare una soluzione a favore dei lavoratori, perche' non si sentano sopportati o puniti. Serve una retribuzione che consenta di vivere dignitosamente e non in condizioni disastrate, come accade a una parte della popolazione''. (segue)

(Cre/Pan/Adnkronos)