HOECHST ITALIA: NEL '93 FATTURATO IN SALITA - UTILE IN CALO
HOECHST ITALIA: NEL '93 FATTURATO IN SALITA - UTILE IN CALO

Milano, 2 giu. (Adnkronos) - Nel 1993 il Gruppo che fa capo alla Hoechst Italia ha conseguito una cifra d'affari complessiva, a livello consolidato, di 1.692 mld. di lire, con un incremento del 6,6 per cento sul precedente esercizio. Il risultato economico complessivo ha pero' registrato un utile netto di 2,3 mld. di lire dopo le imposte, cifra in netto calo rispetto l'utile netto globale del '92, che ammontava a 8,6 mld. di lire. In questo quadro spicca la capogruppo Hoechst Italia che e' riuscita a migliorare il proprio utile, sempre al netto delle imposte, passato da 7,3 mld. di lire del '92 a 16,8 mld..

Queste le principali cifre del bilancio 1993 rese note oggi a Milano dall'amministratore delegato nonche' direttore generale del gruppo chimico farmaceutico italiano Hoechst Italia appartenente alla multinazionale tedesca, Hans Udo Wenzel. Wenzel ha inquadrato i risultati nel quadro recessivo globale che non ha risparmiato il comparto chimico-farmaceutico. Segnali positivi -ha osservato- sono venuti soltanto dalle esportazioni, cresciute del 10 per cento. (segue)

(Plu/Pan/Adnkronos)