INDUSTRIA: LOMBARDIA RIDIMENSIONA RUOLO 'TRAINO'
INDUSTRIA: LOMBARDIA RIDIMENSIONA RUOLO 'TRAINO'

Milano, 2 mag. (Adnkronos) - La lombardia volta pagina. Il suo ruolo e' stato a lungo trainante per lo sviluppo industriale dell'intero Paese, grazie all'ampia articolazione settoriale e dimensionale del tessuto produttivo, e allo stretto rapporto tra industria e sistema creditizio; ma questo compito di ''locomotiva'' appare oggi portato a termine. L'analisi di medio peiodo mostra che dalla fine dello scorso decennio e' in atto un rapido riallineamento dei risultati dell'industria lombarda a quelli nazionali: in termini di sviluppo, di redditivita' e di spese per investimenti, la regione appare ormai ''riassorbita nel gruppo'' delle aree del Centro-Nord.

Sono alcuni dei punti principali emersi dal ''10/mo Rapporto sull'Economia Lombarda'' presentato oggi a Milano da Angelo Caloia, presidente di Mediocredito Lombardo, in un incontro a cui hanno preso parte oltre 200 imprenditori della regione. In occasione della decima edizione, Mediocredito Lombardo ha affiancato un approfondimento di medio periodo sullo sviluppo regionale ai temi tradizionali del Rapporto; l'analisi dei dati di bilancio di oltre 2.500 imprese e l'indagine campionaria previsionale.

Ridimensionato il ruolo di traino dell'industria nazionale, la Lombardia conserva importanti elementi di vantaggio nella struttura produttiva: la maggior presenza di settori ad elevato contenuto tecnologico, l'elevata apetura verso i mercati internazionali, la flessibilita' del mercato del lavoro. Su queste basi, il Rapporto evidenzia come il primato economico possa essere recuperato percorrendo con decisione la strada dell'innovazione produttiva e finanziaria e quella del mercato.

(Mil/Pan/Adnkronos)