PENSIONI: MINIATI (UIL) - GRAZIE A MARTINO, PAGLIARINI, GNUTTI
PENSIONI: MINIATI (UIL) - GRAZIE A MARTINO, PAGLIARINI, GNUTTI
TARELLI (CISL) - EFFETTO DEVASTANTE

Roma 2 giu. - (Adnkronos) - Una fuga annunciata. Per Silvano Miniati, segretario generale della Uil pensionati, l'esodo dei dipendenti pubblici verso la pensione era del tutto prevedibile: ''sono mesi'', dice, ''che andiamo ripetendo che il terrorismo quotidiano sul sistema previdenziale avrebbe portato a questi risultati che costituiscono oltre che un danno economico anche un grave colpo alla qualita' di molti servizi''.

''Di questo bel risultato - continua ancora Miniati - i cittadini italiani dovranno essere grati ai vari Martino, Pagliarini e Gnutti che si sono distinti in una campagna sfascista che e' stata dominata da personaggi di scarsa competenza e assolutamente privi di senso di responsabilita'''.

Anche per Rino Tarelli, segretario generale della Federpubblici la fuga verso l'Inps di migliaia di dipendenti pubblici e' da ricercare nella ''cura da cavallo'' sventolata dal governo. ''In tale disegno - spiega - appare in tutta la sua ampiezza l'effetto devastante sul delicato equilibrio di un sistema che fonda la sua validita' sulla solidarieta' tra generazione. La via da seguire, invece, e' quella della difesa del sistema pensinistico pubblico e della rimozione di tutti gli ostacoli che impediscono il decollo dei fondi pensionistici complementari, a partire dalla serie di imposte e balzelli che gravano pesantemente su questi ultimi.

(Red/Pe/Adnkronos)