ALGERIA: BATTAGLIA A BLIDA, UCCISI 18 ISLAMICI
ALGERIA: BATTAGLIA A BLIDA, UCCISI 18 ISLAMICI

Algeri, 2 giu (Adnkronos/Dpa)- Diciotto estremisti islamici sono rimasti uccisi a Blida, 50 chilometri a sud di Algeri, in una battaglia urbana ingaggiata da truppe dell'Armata nazionale poplare e da agenti della Gendarmeria nazionale che ha visto anche l'impiego di elicotteri. Lo rende noto il quotidiano filogovernativo di Algeri ''Liberte''', precisando che la battaglia di Blida e' durata parecchie ore. Come di consueto, non viene fornito un bilancio delle vittime tra le forze di sicurezza del regime golpista capeggiato dal generale Liamine Zeroual. ''Liberte''' aveva diffuso ieri la notizia della scoperta di una ''lista nera'' di personalita' da eliminare nella pubblicazione clandestina ''el Ansar'' (''Il seguace''), organo del Gruppo islamico armato (Gia), nella quale figurano i nomi di cinque deputati del Consiglio nazionale di transizione, il ''pseudoparlamento'' di Algeri, appartenenti al piccolo partito islamico filomilitare Hamas guidato dallo sceicco Mahfouz Nanah.

La notizia della ''lista nera'' del Gia era stata preceduta dall'uccisione il 31 maggio scorso del rettore dell'Universita' Bab Ezzouar di Algeri, Salah Djebaili. Dal golpe attuato nel gennaio del 1992 per vanificare la vittoria elettorale ottenuta nel dicembre del 1991 dal Fronte islamico di salvezza, il regime militare e' impegnato in una conflitto civile costato almeno 4.000 morti ed appare ormai perdente anche agli occhi di Washington. Ma Algeri ha ricevuto ieri una boccata d'ossigeno dai suoi creditori occidentali del Club di Parigi -Stati Uniti, Francia ed Italia in testa- che hanno accettato di riscadenziare per 15 anni fino al 2009 il pagamento di cinque degli 8,5 miliardi di dollari di interessi sul debito estero algerino, pari a 26 miliardi di dollari.

(Lun/Zn/Adnkronos)