TEATRO: IL 'LIOLA'' DI LANDO BUZZANCA ALLA VERSILIANA
TEATRO: IL 'LIOLA'' DI LANDO BUZZANCA ALLA VERSILIANA

Milano, 2 giu. (Adnkronos) - Ormai lontani i tempi dei film di cassetta dedicati al ruolo del 'macho' e delle numerose apparizioni televisive, Lando Buzzanca cambia registro e si dedica alla commedia tradizionale, prendendo per mano il pirandelliano 'Liola'' e portandolo in giro per l'Italia. Per la regia di Rossana Siclari, Liola'-Buzzanca inaugurera' il 19 luglio prossimo il Festival della Versiliana (Marina di Pietrasanta-Lucca) per approdare, nell'autunno prossimo, nei maggiori teatri italiani.

''Il personaggio di Liola' e' molto affine alla mia indole -ha spiegato Buzzanca oggi a Milano nel corso di una conferenza stampa- per la sua solarita' e la sua carnalita', molto diverso dai personaggi grotteschi o tragici che ho interpretato nel mio passato teatrale e cinematografico. Qualcuno ha detto di recente -ha proseguito- che se non ci fosse stato Berlusconi lo si sarebbe dovuto inventare, ebbene io penso lo stesso per Liola'''.

Un Buzzanca molto piu' maturo sia sotto il profilo umano che professionale, dopo aver brevemente riassunto la storia di Liola' ha poi ricordato gli ultimi suoi 14 anni, da quando cioe' ha deciso di dire basta ad un certo tipo di proposte cinematografiche. ''Dall'80 ho rifiutato parecchie proposte e da allora sono stato messo un po' in disparte ma nonostante tutto ho girato tre quarti di mondo, sono stato in Argentina a fare della satira, in Messico e Brasile a girare dei film''. (segue)

(Ros/Gs/Adnkronos)