USA 94: L'IMPEGNO DELLA RAI, 300 ORE TRA RADIO E TV
USA 94: L'IMPEGNO DELLA RAI, 300 ORE TRA RADIO E TV

Roma, 2 giu. (Adnkronos) - Piu' di 300 ore di trasmissioni in tema di Mondiali tra radio e tv. E' quanto realizzera' la Rai tra il 17 giugno e il 18 luglio prossimi tra collegamenti (partite comprese), rubriche, spazi nei Tg e Gr. Un'operazione, quella di ''Usa '94'', dalla quale il servizio pubblico uscira' in attivo: se, infatti, ''il costo complessivo dell'operazione sara' di 11 miliardi'' (lo ha detto Gianni Locatelli), attraverso la Sipra la Rai fatturera' in pubblicita' per quel periodo 60 miliardi (26-27 in piu' di quanto avrebbe fatturato normalmente). A questi vanno aggiunte le sponsorizzazioni (circa 14 miliardi). 20 miliardi netti, sottraendo gli 11 miliardi e le commissioni delle agenzie e della Sipra.

E' chiaro che le cifre vanno prese con cautela, dal momento che il costo complessivo riguarda l'impegno straordinario della Rai (spedizione Tgs, inviati, diritti) a cui va aggiunta l'ordinaria amministrazione, il costo dei programmi di rete, ecc.

Ma veniamo al menu giornaliero del telespettatore tifoso, a partire dal 17 giugno, giorno dell'inaugurazione: cominciando dai Tg del mattino, ci saranno servizi dei tre inviati delle testate nazionali (Donatella Scarnati per il Tg1, Barbara Modesti per il Tg2, Carlo Paris per il Tg3) e dei corrispondenti Rai in America; dalle 13.20 alle 13.50 la rubrica ''Dribbling Mondiale'' su Raidue (dal 18 giugno) condotta da Gianfranco De Laurentiis e Donatella Clerici; alle 14 Raiuno trasmettera' ''Speciale Usa '94'', a cura di Fabrizio Maffei (dal 16 giugno), seguito, alle 14.15 dalle sintesi o le repliche delle partite disputate la notte precedente. (segue)

(Stg/Gs/Adnkronos)