CARMELO BENE: MONS. SORGI LO DIFENDE A SPADA TRATTA
CARMELO BENE: MONS. SORGI LO DIFENDE A SPADA TRATTA

Roma, 29 giu. (Adnkronos) - L'''eretico'' Carmelo Bene difeso a spada tratta da monsignor Claudio Sorgi, il massmediologo del quotidiano dei Vescovi. All'indomani della criticatissima esibizione pirotecnica del noto attore al ''Maurizio Costanzo Show'', monsignor Sorgi scende in campo a favore di Bene, sostenendo che, nonostante tutto, e' da preferirsi alla Marini, alla Parietti e a Fiorello perche' meno ''banale'' e ''piu' intelligente''. In un articolo pubblicato oggi su ''Avvenire'' monsignor Sorgi, pur precisando che ''non condivide quasi nulla di cio' che dice, ne' approvo il suo modo di dirlo'', non nasconde ''ammirazione'' per questo scomodo personaggio teatrale.

''Carmelo Bene e' una tigre - si legge - o una pantera dell'arte teatrale. L'uso che egli fa della parola, del gesto e dell'espressione del volto, tutto il volto: dai muscoli, agli occhi, ai capelli tinti che non piacciono a D'Agostino, e di tutto se stesso, e' ogni volta un originale, mai una fotocopia. Credo che per la prima volta sul palco del Costanzo Show si e' vista una tale comunicazione creativa, un evento artistico che si compiva mentre veniva comunciato''.

Il linguaggio usato da Bene, per ''un gioco di parole che passa improvvisamente dal nonsense alla citazione'', e' ''ricercato, a tratti osceno ma mai banale''. Per monsignor Sorgi quella di Bene ''e' una pazzia cosi' ricca, da rischiare lo scialo. Una pazzia che gli consente di dire un sacco di sciocchezze come 'qui c'e' puzza di Dio' e 'il demonio e' cristiano-cattolico'''. Ma a parte queste due frasi, ''come non vedere il genio, l'intelligenza e infine, una affannosa ricerca di quella verita' negata, sbeffeggiata eppura inseguita? Ci vorrebbe sant'Agostino per spiegare una cosi' tortuosa vicenda''.

(Sin/As/Adnkronos)