USTICA: CHIESTA UNA LEGGE SULLA 'TRASPARENZA' A BOLOGNA
USTICA: CHIESTA UNA LEGGE SULLA 'TRASPARENZA' A BOLOGNA

Bologna, 29 giu. (Adnkronos) - Una legge ''sulla trasparenza, sulla liberta' di accesso agli atti'' e' stata chiesta oggi a Bologna nel corso del convegno 'il muro trasparente, dal Watergate ad Ustica', svoltosi nella sala polivalente del consiglio regionale a 14 anni dalla tragedia del Dc9 dell'Itavia. A parlare della difficolta' di accertare i fatti anche Carl Bernstein, protagonista del caso-Watergate, convinto che una legge sulla trasparenza sia ''importante, perche' infonde ai burocrati e alle istituzioni una sana paura''.

All'origine del lavoro giornalistico, e' stato sottolineato, deve pero' emergere il lavoro duro e costante dei professionisti della comunicazione. Senza i 'cani da guardia' della verita', nessun provvedimento legislativo potrebbe avere effetti. Al convegno sono intervenuti l'avvocatessa americana Sherley Walter, i giornalisti Claudio Gatti, Gianluigi Melega, Andrea Purgatori e Maurizio De Luca, il presidente del consiglio regionale, Federico Castellucci, il presidente della provincia, Lamberto Cotti, e Daria Bonfietti, presidente dell'associazione parenti delle vittime della strage di Ustica.

Daria Bonfietti ha rilevato che ''tutte le stragi mantengono sempre in comune un elemento, l'attivita' depistatoria da parte di apparati dello Stato'', esprimendo ''profonda preoccupazione'' per i continui rinvii del deposito della perizia conclusiva da parte degli esperti incaricati di fare luce sulle cause del disastro che nel 1980 provoco' la morte di 81 persone.

(Mac/Pe/Adnkronos)