AEREI: DUE ITALIANI NELL'A-330 PRECIPITATO
AEREI: DUE ITALIANI NELL'A-330 PRECIPITATO

Tolosa, 1 lug. (Adnkronos/Dpa)- Due piloti italiani, Pier Paolo Racchetti e Alberto Nassetti, sono rimasti uccisi nell'incidente aereo che e' costato, ieri a Tolosa, la vita a sette persone. Lo ha confermato l'ufficio dell'Alitalia, precisando che i due piloti italiani erano stati invitati a partecipare al volo come osservatori. Un portavoce dell'''Airbus Industrie'' ha reso noto che l'A-330 e' precipitato a 400 metri di altezza, poco dopo il decollo mentre stava effettuando un volo per simulare un guasto al motore. ''L'altitudine era insufficiente perche' i piloti, malgrado avessero ripreso il controllo dell'aereo, potessero evitare il violento impatto a terra'', ha riferito il portavoce.

L'aereo stava volando in ''condizioni estreme'', ha aggiunto il portavoce, assicurando che l'equipaggio non avrebbe mai volato in quel modo con i passeggeri a bordo. Insieme ai due piloti italiani nell'incidente hanno perso la vita il capitano responsabile per i test aerei, Jean Pierre Petit, tre suoi colleghi e un pilota della linea aerea francese Air Inter. Airbus Industrie ha effettuato piu' di mille voli di collaudo da quando il consorzio europeo e' stato formato nel 1970 e la societa' precisa che quello di Tolosa e' il primo ad essere finito in tragedia.

(Giz/Gs/Adnkronos)