AFGHANISTAN: RABBANI ACCUSA HEKMATYAR
AFGHANISTAN: RABBANI ACCUSA HEKMATYAR

Roma, 1 lug (Adnkronos)- In un discorso alla nazione trasmesso via radio il 28 giugno scorso, giorno in cui scadeva il suo mandato, il presidente uscente dell'Afghanistan, Burhanuddin Rabbani, ha lanciato pesanti accuse contro il suo rivale, il primo ministro Gulbadin Hekmatyar. ''Il leader dell'''Hezb-e-Islami'' -dice Rabbani- e' il responsabile delle distruzioni degli ultimi mesi in Afghanistan e particolarmente nella capitale Kabul, sottoposta a feroci bombardamenti che hanno lasciato sul campo migliaia di vite innocenti''.

Per tornare alle normalita' -dopo il tentato colpo di Stato messo in atto il primo gennaio scorso da Hekmatyar- e' necessario, continua Rabbani, ''convocare la Shura (grande Assemblea) che rappresenta la volonta' dell'intera nazione ed e' indispensabile per decidere il futuro dell'Afghanistan. Nella certezza che il nuovo governo afghano, il popolo afghano e il mondo intero hanno gia' da tempo individuato le cause della guerra e riconosciuto i colpevoli''.

(Red/Bb/Adnkronos)