ARAFAT: PRESTO A PREGARE A GERUSALEMME (NUOVA SERIE) (2)
ARAFAT: PRESTO A PREGARE A GERUSALEMME (NUOVA SERIE) (2)

(Adnkronos) - ''Ricordiamo i nostri martiri e i martiri della Moschea di Hebron. Da Gaza guardiamo alla moschea di Hebron, ma anche a Betlemme e a tutte le altre citta' della Cisgiordania. Da Hebron andremo a Gerusalemme. Poi in tutte le altre citta' cisgiordane. Andremo a pregare per le anime dei nostri martiri a Gerusalemme. Mostreremo agli israeliani che avremo cura dei loro luoghi santi e loro dovranno concederci il diritto di avere i nostri''.

''Dico agli israeliani con cui abbiamo firmato la pace che la nostra pace e' quella dei coraggiosi e rimarra' cosi' per tutti i tempi. E come abbiamo sempre detto, diciamo ai nostri martiri che stiamo per vincere, anche se abbiamo fatto grandi sacrifici e abbiamo molto lavoro in futuro da fare. Abbiamo bisogno di questa pace per costruire la Palestina. Creeremo una Palestina indipendente attravero il duro lavoro. E lo diciamo da qui', dalla terra di Palestina''.

Lo storico rientro di Yasser Arafat era iniziato stamane con la partenza da Tunisi per il Cairo, dove e' stato ricevuto dal Presidente Hosny Mubarak. Dalla citta' di El Arish e' partito a bordo di una mercedes nera blindata verso il punto di confine fra Egitto e la striscia di Gaza a Rafah. Sceso per alcuni minuti dalla macchina, Arafat e' stato portato in trionfo dalla folla.

Arafat, salutata la folla di soldati e dignitari palestinesi seduti in una sorta di tribuna improvvisata all'entrata del territorio di Gaza, e' risalito sulla Mercedes ed e' ripartito per per percorrere i 40 chilometri che separano Rafah dalla Citta' di Gaza. (segue)

(Sip/Pan/Adnkronos)