BELGIO: MINISTRO DEGLI ESTERI IN TRIBUNALE
BELGIO: MINISTRO DEGLI ESTERI IN TRIBUNALE

Bruxells, 1 lug. (Adnkronos/Dpa) - Tre esponenti di spicco della politica belga, tra cui il ministro degli Esteri Willy Claes, rischiano di dover comparire in tribunale per rispondere alle accuse di finanziamento illecito ai partiti. Il presidente del Parlamento, Charles Nothomb, ha chiesto oggi a Bruxells la formazione di una Commissione speciale, che dovra' decidere se Claes e i due ex vicepremier Guy Coeme e Philippe Moureaux dovranno comparire di fronte alla Corte di cassazione. L'''affaire'' riguarda l'Istituto demoscopico Inosup, che ha presentato fatture false ed esorbitanti per un'inchiesta sui ministeri. La differenza delle entrate sarebbe andata nelle casse del Partito socialista.

La giustizia vuole interrogare Claes su una commissione alla Inusop per un valore di 5,6 milioni di franchi belgi (oltre 260 milioni di lire), Coeme deve rispondere di una commissione di oltre dieci milioni di franchi e Moureaux di una da 3,6 milioni di franchi. I tre alti esponenti politici hanno negato tutte le accuse. Coeme si era dimesso alla fine di gennaio dalla carica di vicepremier per lo scandalo degli elicotteri Agusta.

(Giz/Pan/Adnkronos)