BOSNIA: PIANO DI DIVISIONE, NO DI KARADZIC
BOSNIA: PIANO DI DIVISIONE, NO DI KARADZIC

Belgrado, 1 lug. (Adnkronos/Dpa) - Umiliante ed inaccettabile. Cosi' Radovan Karadzic, leader dei serbi di Bosnia Erzegovina, ha definito oggi il piano al vaglio della diplomazia internazionale che assegna il 51 per cento del territorio della Bosnia Erzegovina alla federazione croato-musulmana, il restante 49 per cento ai serbi della repubblica. Tuttavia, ha proseguito Karadzic, citato dall'agenzia serbo bosniaca Srna, la proposta verra' studiata attentamente, anche per appurare se esistano o meno le basi per un proseguimento del processo di pace.

Ma ha ammonito: ''Se non verranno apportati miglioramenti alla mappa, dovremo sospendere ogni cooperazione e procedere immediatamente all'unificazione con la Krajina serba della Croazia''. Per i serbi, ha poi aggiunto, l'obiettivo principale rimane quello di una completa separazione dai musulmani, allo scopo di tutelare la cristianita' ortodossa e la cultura serba. Infine una minaccia diretta alle truppe sul campo: se le forze bosniache a maggioranza musulmana non sospenderanno la loro campagna sulle colline di Ozren, i serbi non tarderanno a sferrare una controffensiva.

(Cin/Pan/Adnkronos)