G-7: PREFETTURA NAPOLI REPLICA A ''CERCHIO DEI POPOLI''
G-7: PREFETTURA NAPOLI REPLICA A ''CERCHIO DEI POPOLI''

Roma, 1 lug. (Adnkronos)- Con riferimento ai dispacci diffusi ieri sera da alcune agenzie di stampa relativi alle dichiarazioni rilasciate dagli esponenti della delegazione del ''Cerchio dei popoli'', che ieri mattina ha chiesto ed ottenuto di avere un incontro con l'onorevole signor ministro dell'Interno, Roberto Maroni, presente a Napoli, la Prefettura precisa: A) le decisioni adottate al termine dell'incontro sono scaturite da un comune accordo sulle possibilita' di assicurare a chiunque di esternare democraticamente le proprie idee; b) la delegazione ha chiesto ed ottenuto che il Prefetto ed il Questore favorissero con propri interventi la disponibilita' della sala della mensa dell'Ilv di Bagnoli per un convegno indetto dal movimento del ''Cerchio dei Popoli'' da tenersi nei giorni tra il 7 e il 9 luglio prossimi; C) su proposta del ministro, il prefetto ha dato assicurazione di coordinare le forze dell'ordine al fine di assicurare il regolare svolgimento del citato convegno; D) sempre su richiesta della delegazione, che ha esternato l'intendimento di voler maggiormente pubblicizzare l'iniziativa dell'organizzazioner in parola si e' convenuto di consentire, al termine dei lavori del convegno, un incontro degli aderenti al sodalizio stesso e di quanti altri intendano dare adesione all'iniziativa. E' stato autorizzato il concentramento in Piazza Mercato dalle ore 19.00 alle ore 23.00 affinche' per le ore 24.00 cessasse qualsiasi pubblica manifestazione.

Tutto cio' premesso, si fa rilevare che, in contrasto con quanto concordato con l'onorevole signor ministro dell'Interno, in una riunione improntata dichiaratamente alla distensione, alla collaborazione e al trasparente senso democratico vengono mosse critiche alle decisioni adottate. inoltre, si rivolge invito a tutte le forze democratiche di intervenire in orario diverso in piazza mercato (ore 17.30 anziche' ore 19.00) e, provocatoriamente, si invitano le forze democratiche stesse ad assumere iniziative per ottenere la revoca di un divieto concordato e stabilito, sulla base dei presupposti degli interventi degli organi istituzionali sulla direzione dell'Ilva e sulla disponibilita' del ministro a concedere l'autorizzazione al raduno in piazza Mercato.

La Prefettura di Napoli ritiene opportuno ribadire che, per i motivi ampiamente esposti nei vari incontri tenuti con i responsabili delle diverse organizzazioni che hanno chiesto di tenere manifestazioni in contrapposizione al vertice dei Paesi piu' industrializzati del Mondo, conferma il divieto categorico di qualsiasi forma di manifestazione con cortei per le vie cittadine, che, tra l'altro, nella quasi totalita', sono impegnate per gli spostamenti delle delezioni e dei rappresentanti degli organi di informazione presenti nella citta' dal prossimo 4 luglio fino al giorno 12.

(Com/Bb/Adnkronos)