RUANDA: INIZIATIVA CONGIUNTA DI UGANDA E FRANCIA
RUANDA: INIZIATIVA CONGIUNTA DI UGANDA E FRANCIA

Parigi, 1 lug. (Adnkronos/Dpa)- Francia ed Uganda, i due Paesi stranieri piu' direttamente coinvolti nella guerra civile ruandese, hanno lanciato da Parigi un appello congiunto per la convocazione di una conferenza di pace regionale per il Ruanda. L'appello e' stato dall'Eliseo dal presidente francese Francois Mitterrand, il cui Partito socialista e' sempre stato vicino al governo ruandese espressione della maggioranza hutu, e dal suo omologo ugandese Yoweri Museveni, uno dei principali sostenitori del Fronte patriottico ruandese (Fpr). Museveni ha sostenuto la richiesta delle Nazioni Unite di costituire un tribunale per i crimini contro l'umanita' commessi in Ruanda, dove si stima che dalle 500mila al milione di persone siano rimaste uccise in un genocidio iniziato tre mesi fa con l'uccisione il sei aprile del presidente Juvenal Habyarimana.

La proposta franco-ugandese -che mira a coinvolgere anche Zaire, Tanzania, Uganda, Burundi e Kenya- giunge sull'onda della nuova offensiva lanciata verso occidente dalla guerriglia dominata dalla minoranza tutsi, offensiva che sta provocando l'esodo di centinaia di migliaia di hutu verso le zone controllate dal contingente militare francese dell' ''Operazione Turchese''. ''Radio France internationale'' riferisce che 30mila hutu sono fuggiti negli ultimi giorni da Giatarama, citta' meridionale che ospitava il ''governo provvisorio'' hutu, mentre piu' a sud, ''centinaia di migliaia di hutu'' sarebbero in fuga da Gikongoro e Butare. I francesi di ''Turchese'' sarebbero arrivati a 10 chilometri dalle linee avanzate dell'Fpr, per poi ritirarsi a distanza di sicurezza.

(Lun/Gs/Adnkronos)