SOMALIA: ACNUR, FONDI PER RIMPATRIO VOLONTARI
SOMALIA: ACNUR, FONDI PER RIMPATRIO VOLONTARI

Vienna 1 lug. - (Adnkronos) - L'alto commissario delle Nazioni Unite per i rifugiati (Unhcr) ha lanciato oggi un appello per il riperimento di fondi destinati ad un progetto per il rimpatrio volontario di 50.000 somali e per le relative operazioni di assistenza condotte dal territorio kenyano. Il costo del progetto e' valutato attorno ai 14,5 milioni di dollari.

Fino ad oggi l'Unhcr ha ricevuto 5,2 milioni, ed altri 9,2 milioni saranno necessari nei prossimi sei mesi per portare a termine il progetto. Gia' in febbraio il dipartimento per gli affari umanitari aveva chiesto a organizzazioni e paesi donatori un contributo per le attivita' dell'Onu in Kenya nel 1994. La proposta prevedeva il rimpatrio da parte dell'Unhcr di 160.000 somali, nonche' una erie di operazioni transfrontaliere, sempre a partire dal Kenya, per lo svolgimento di attivita' integrative e per la fornitura di servizi essenziali.

Tuttavia, in considerazione della mancanza di progressi nel processo di riconciliazione in Somalia e del persistere di problemi di sicurezza nel paese, l'Unhcr si e' visto costretto a rimaneggiare i suoi progetti. Finora circa 50.000 somali si sono iscritti alle liste di rimpatrio: 35.000 dal Kenya, 10.000 dall'Etiopia e 5.000 dallo Yemen. Gran parte di tali rifugiati intenderebbero tornare nella zona di Kismayo, e nella Somalia centrale e settentrionale. Negli ultimi 15 mesi 90.000 somali sono rientrati in patria di propria iniziativa: essi ricevono ora l'assistenza dell'Unhcr, condotta dal territorio Kenyano con operazioni transfrontaliere.

(Nsp/Zn/Adnkronos)