TIENANMEN: LI PENG, SOLO LA STORIA POTRA' DARE UN GIUDIZIO (2)
TIENANMEN: LI PENG, SOLO LA STORIA POTRA' DARE UN GIUDIZIO (2)

(Adnkronos) - Sul rapporto tra sviluppo economico e liberalizzazione politica, Li Peng ha espresso soddisfazione per il fatto che la Cina abbia raggiunto un elevato tasso di crescita, garantendo quindi la stabilita' politica. La Cina, ha sottolineato Li Peng, e' uno stato di diritto, uno stato democratico e sta sviluppando un'economia di mercato socialista. Il governo agisce sotto ''il controllo dell'assemblea popolare, del popolo stesso e dei mezzi d'informazione''. ''Le riforme politiche ed economiche saranno portate avanti, non nella direzione gia' intrapresa in occidente, ma piuttosto in modo compatibile con le realta' del paese''.

Infine, sul tema del contenzioso tra la Corea del Nord e la comunita' internazionale relativamente ai programmi nucleari di Pjongjang, Li Peng ha ribadito la posizione cinese, e cioe' che il problema va risolto tramite il dialogo. Egli ha detto di ritenere che i colloqui previsti per le prossime settimane daranno risultati positivi, ma anche in caso contrario la Cina raccomanderebbe la continuazione delle trattative. ''L'esperienza insegna che il dialogo e' preferibile alle misure punitive'', ha aggiunto. Li Peng ha quindi indirettamente ridicolizzato l'idea che la Corea del Nord possieda la bomba atomica: ''Chiedete alla Aiea se la Corea del Nord costituisce realmente un pericolo nucleare''. Li Peng ha chiesto poi se non sarebbe piu' proficuo per gli europei preoccuparsi di problemi piu' vicini a casa: ''Il conflitto nella ex Jugoslavia dura ormai da due anni, e finora non si e' riusciti a porvi termine. E' deplorevole che l'Unione europea, peraltro cosi' potente, non sia in grado di trovare una formula che metta fine alle ostilita'''.

(Nsp/Pan/Adnkronos)