TIENANMEN: LI PENG, SOLO LA STORIA POTRA' DARE UN GIUDIZIO
TIENANMEN: LI PENG, SOLO LA STORIA POTRA' DARE UN GIUDIZIO

Vienna, 1 lug. -(Adnkronos)- Rispondendo indirettamente alle critiche espresse da numerosi gruppi contro la sua presenza nel paese, il Primo ministro cinese Li Peng, in visita a Vienna, ha difeso oggi l'intervento armato contro gli studenti nel famoso incidente di Tienanmen: ''Solo la storia potra' dare un giudizio definitivo. Comunque il governo cinese fu costretto a intervenire, anche se non lo voleva fare. Se non fossimo intervenuti, la storia cinese degli ultimi cinque anni avrebbe seguito un'evoluzione ben peggiore di quella dell'Unione Sovietica o dei Paesi dell'Europa dell'Est. Tra 10 o 20 anni il mondo si convincera' che le misure adottate nel 1989 erano necessarie per la stabilita' della Cina e per la pace nel mondo''.

Per quanto riguarda i diritti dell'uomo, un tema che ha provocato furiose polemiche a Vienna in congiunzione con la visita del Premier cinese, Li Peng ha dichiarato di volersi ottenere ai principi della dichiarazione della conferenza di Vienna sui diritti dell'uomo, dicendo: ''A mio parere questo documento costituisce il modello comune per i diritti umani''. La Cina, egli ha aggiunto, e' uno stato di diritto e ''il governo e' responsabile in materia di potere esecutivo e amministrativo. Il sistema giudiziario e' indipendente. Personalmente non sono a conoscenza di nessun caso in cui il governo cinese ha agito in modo contrario alla legge''. Quest'ultima dichiarazione in risposta ad una domanda relativa agli arresti e alle esecuzioni di dissidenti in Cina. (segue)

(Nsp/Pan/Adnkronos)