YEMEN: VIOLATA LA TREGUA RUSSA, 10 MORTI AD ADEN
YEMEN: VIOLATA LA TREGUA RUSSA, 10 MORTI AD ADEN

Aden, 1 lug -(Adnkronos/Dpa)- Per l'ottava volta dall'inizio delle ostilita' in Yemen lo scorso quattro maggio, il cessate il fuoco siglato ieri con la mediazione di Mosca e' rimasto lettera morta. Appena un'ora dopo la sua entrata in vigore la scorsa mezzanotte, le artiglierie nordyemenite hanno ripreso a bombardare i quartieri residenziali Sheikh Othman, Dar Saad ed al Mansoura di Aden, proclamata il 21 maggio scorso capitale della ''Repubblica democratica'' del leader secessionista sudyemenita Ali Salem al Beidh, uccidendo almeno 10 civili. I sudyemeniti hanno risposto con un bombardamento dei pozzi petroliferi della regione settentrionale del Marib, localita' situata 150 chilometri ad est di Sanaa dove opera la societa' americana del Texas ''Hunt Oil Company''.

Ieri, l'aeronautica del presidente nordyemenita Ali Abdullah Saleh aveva bombardato la raffineria di Piccola Aden, provocando 50 morti e 70 feriti. La rottura della tregua firmata a Mosca, con la mediazione del ministro degli Esteri russo Andrei Kozyrev, dal vicesegretario del Partito socialista di al Beidh, Salem Saleh Mohammad, e dal ministro degli Esteri di Sanaa, Mohammed Salem Basindwah, segna il fallimento del primo tentativo della Russia postcomunista di riacquistare l'influenza esercitata in Medio Oriente ai tempi del regime sovietico. Un nuovo incontro mediato dalle Nazioni Unite tra il ministro della Pianificazione nordyemenita Abdelkarim al Iryani ed il premier sudyemenita Haidar Abu Baker al Attas si terra' questa sera al Palazzo di Vetro di New York alla presenza dell'inviato dell'Onu per lo Yemen, Lakhdar Ibrahimi.

(Lun/Zn/Adnkronos)