D'ALEMA: A GALLIPOLI - LE SUE PASSIONI SEGRETE
D'ALEMA: A GALLIPOLI - LE SUE PASSIONI SEGRETE

Roma, 1 lug. (Adnkronos) - ''Quante volte, durante la sua ultima campagna elettorale, scompariva improvvisamente, i ragazzi della scorta impazzivano per cercarlo nelle strade della citta'. Alla fine lo ritrovavamo al porto a chiacchierare con i pescatori, o al mercato a comperare frutti di mare, la sua passione, oppure a parlare fitto fitto con don Luigi, il parroco''. E' Flavio Fasano, Il sindaco di Gallipoli, la citta' che ha dato a D'Alema il seggio in Parlamento, ad offire questi particolari del carattere del neo segretario del Pds.

''Conosco D'Alema da piu' di dieci anni, da quando era segretario regionale del Pci. Quello che di lui e' sempre piaciuto alla gente di qui e' sempre stata la sua grande comunicativita'. Quando passeggiavamo per le stade della citta' in campagna elettorale tutti rimanevano stupiti 'e questo sarebbe l'uomo di ghiaccio?' chiedevano''.

''Spero sappia guidare il Pds meglio della sua barca -aggiunge, scherzando, Fasano- ricordo quando anni fa rimase incagliato con la sua barca a vela nelle secche di Ugento, nel mare di fronte a Gallipoli''. ''Appena 15 giorni fa squillo' il mio telefono improvvisamente: era D'Alema, era arrivato in citta' con la sua famiglia, e per fare perdere le sue tracce aveva affittato una macchina, 'ho gia' fatto la spesa -disse- che ne dici di un fine settimana in barca con noi?'.

(Stg/Pan/Adnkronos)