D'ALEMA: GIOVANNI MORO (MFD)
D'ALEMA: GIOVANNI MORO (MFD)

Roma, 1 lug. (Adnkronos) - Commentando la elezione di Massimo D'Alema alla segreteria del Pds, il segretario politico del Movimento federativo democratico, Giovanni Moro, ha detto che: ''Sarebbe un errore ritenere finiti, con questa elezione, i problemi del Pds. Le cause della sua sconfitta elettorale, infatti, non sono da ricercarsi soltanto in una leadership al di sotto della situazione, ma anche in fattori piu' fondamentali, che riguardano la percezione della realta', la interpretazione della societa' italiana, la concezione del partito, la cultura e lo stile politico. Ritengo che D'Alema -continua Moro- sia consapevole di tutto cio' e mi auguro -per il bene della democrazia italiana che non puo' continuare ad avere il piu' grande partito della opposizione destinato permanentemente alla sconfitta - che egli abbia il coraggio di riprendere il dialogo con i cittadini, diventati ormai per la sinistra degli illustri sconosciuti e andando decisamente al di la' di una politica che guarda ai gruppi dirigenti dei partiti come esclusivi interlocutori, anche quando essi sono puniti dall'elettorato e lasciati indietro dal paese. E' una strada stretta, difficile e senza scorciatoie. Vedremo se con una leadership certamente seria e solida come quella di D'Alema - che avra', a quanto pare, anche il sostegno di Veltroni - il Pds riuscira' a compierla''.

(Com/Gs/Adnkronos)