PALAZZO CHIGI: IL ''NUOVO'' AVANZA ANCHE AL BAR
PALAZZO CHIGI: IL ''NUOVO'' AVANZA ANCHE AL BAR
CAMBIA GESTIONE IL CAFFE' DELLA PRESIDENZA

Roma, 1 lug. (Adnkronos) - Largo al nuovo che avanza, anche per caffe' e cappuccini. Da oggi, il bar interno di Palazzo Chigi cambia infatti gestione: via le pizzette di ''Alemagna'', che sotto i governi Amato e Ciampi hanno rifocillato i dipendenti del Palazzo ed entrano invece i baba' e le sfogliatelle della ''caffetteria'' il bar napoletano (con sede principale a Piazza di Pietra) che ha vinto la gara di appalto indetta dall'economato della presidenza del Consiglio.

Pochi giorni di tempo per imbiancare a nuovo i locali del bar e poi la ''caffetteria'' avviera' il ''nuovo corso''. La gestione del bar di palazzo Chigi, val la pena di sottolinearlo, e' un buon affare: non si paga l'affitto dei locali, e anche luce, acqua e telefono sono a carico della Presidenza. In cambio, pero', cappuccini e cornetti devono avere un prezzo ''politico'': Alemagna metteva il cappuccino 650 lire e il cornetto 500. Ma i dipendenti del Palazzo, adesso, temono un rialzo dei prezzi.

(Nzz/Gs/Adnkronos)