RAI: USIGRAI REPLICA A GRUPPO CENTO - (RIF. N.311)
RAI: USIGRAI REPLICA A GRUPPO CENTO - (RIF. N.311)

Roma, 1 lug. (Adnkronos) - ''La fase che attraversa la Rai non deve essere abbastanza delicata per i colleghi del Gruppo dei Cento, se anche oggi essi trovano il modo di attardarsi in piccole speculazioni. Per compierlo, per di piu', sono costretti a dare interpretazioni fantasiose dello svolgimento dell'assemblea di Saxa Rubra e a inventarsi inesistenti divisioni all'interno dell'Esecutivo Usigrai''. Cosi' l'esecutivo Usigrai replica alle dichiarazioni del 'Gruppo dei Cento' sull'assemblea di oggi.

Nell'assemblea di oggi ''e' stato chiarito in maniera nettissima che e' all'interno del sindacato dei giornalisti Rai che andranno ripensate -se necessario- le regole della rappresentanza sindacale in azienda''. Su questo tema, peraltro, l'Usigrai ''ha da settimane espresso al piu' ampia disponibilita' a individuare tutte le forme che possano consentire larga e paritetica partecipazione delle diverse componenti sindacali alla preparazione del congresso fissato per meta' ottobre. Con un solo vincolo, che puo' definire vecchio e burocratico soltanto chi ha idee incerte della democrazia; l'ovvio vincolo rappresentato dalla necessita' di sottoporre le eventuali modifiche statutarie all'approvazione dell'unico soggetto legittimato ad adottarle, cioe' il congresso'..

''A questa disponibilita' -osserva l'Usigrai- alcuni colleghi dei Cento continuanon a non voler dare risposta''. Per parte sua, l'Usigrai ''continuera' ad esperire tutti i tentativi per allargare quanto piu' possibile l'area del dialogo. Purche' nessuno voglia considerare ''vecchio e burocratico'' anche il classico principio democratico ''una testa, un voto''''.

(Com/Gs/Adnkronos)