RAI: VELTRONI, NESSUN UOMO FININVEST NEL NUOVO CDA
RAI: VELTRONI, NESSUN UOMO FININVEST NEL NUOVO CDA

Roma, 1 lug. - (Adnkronos) - ''Fra le persone che verranno chiamate a far parte del nuovo Consiglio di amministrazione della Rai non dovra' figurare nessuno che sia stato o sia in rapporti di lavoro o economici col gruppo finanziario che fa capo al presidente del Consiglio, il quale, non dimentichiamolo, e' il piu' grande concorrente del servizio radiotelevisivo pubblico''. Questa la richiesta che Walter Veltroni ha avanzato ai presidenti delle Camere che dovranno nominare il nuovo Cda della Rai.

''Ieri -ha aggiunto Veltroni- e' avvenuto qualcosa di molto grave. C'e' stato un assalto all'arma bianca contro la Rai e l'obiettivo di questo assalto e' fin tropo esplicito: la normalizzazione politica del sevizio pubblico. Ora i presidenti delle due Camere hanno un ruolo decisivo, ma se le loro decisioni fossero espressione della volonta' di controllo e normalizzazione della Rai da parte del governo si aprirebbe una ferita gravissima per la democrazia di questo paese e per il pluralismo dell'informazione. Non bisogna dimenticare -ha aggiunto Veltroni- che la Corte Costituzionale ha piu' volte ribadito come il controllo del servizio pubblico sia competenza del Parlamento e non dell'esecutivo''.

(Fer/Zn/Adnkronos)